Reparti anti-sciopero a Camposanto: sicurezza per chi?
Voci dalla città

Reparti anti-sciopero a Camposanto: sicurezza per chi?

In queste ultime settimane diversi scioperi e i picchetti che si sono susseguiti davanti ai cancelli della GM di Camposanto.

I lavoratori (organizzatisi principalmente nel SiCobas) stanno lottando contro i licenziamenti politici e contro le intermediazioni di manodopera che creano di fatto un’elusione dei diritti contrattuali (qui un breve resoconto dall’ultimo picchetto della scorsa settimana).
Oggi dalla prima mattina fino circa alle 12:30 due blindati del reparto Celere sono rimasti a presidiare l’interno dei cancelli dell’azienda anche in assenza in quel momento di alcun picchetto. Non si tratta di un’esperienza completamente nuova nella provincia Modenese dove lo zelo della questura nel prevenire e reprimere gli scioperi nei distretti si é sperimentato oltre che con gli sgomberi dei picchetti, le denunce, gli arresti e i processi, anche con pedinamenti fin sotto casa dei delegati (durante la vertenza di Alcar Uno) o come nel caso di oggi, un vero e proprio servizio anti-sciopero a chiamata a disposizione delle maggiori aziende del territorio.

24 Settembre 2018

About Author

admin


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *