Modena, denunci sfruttamento ed evasione? La questura denuncia te. SiCobas in presidio sotto la prefettura.
Voci dalla città

Modena, denunci sfruttamento ed evasione? La questura denuncia te. SiCobas in presidio sotto la prefettura.

Denunci sfruttamento ed evasione? La questura denuncia te.

Con queste parole si apriva il comunicato del S.I. Cobas di Modena che ieri annunciava la manifestazione di questa mattina sotto la prefettura – in concomitanza con altre città in Italia – contro la repressione antisindacale e contro il decreto Salvini.

A Modena nei primi sei mesi dell’anno abbiamo contato 112 denunce contro lavoratori e sindacalisti del S.I. Cobas. 

Se il dispiego di mezzi e uomini che la questura di Modena usa per contrastare gli scioperi venisse usato per indagare le frodi all’erario e gli interessi malavitosi che denunciamo, probabilmente lo stesso S.I. Cobas sparirebbe per mancanza di vertenze.

Peccato che non sia così: l’intervento dello Stato nella provincia emiliana più infiltrata dalla mafia è teso unicamente a punire chi mette in luce il malaffare. Denunci sfruttamento ed evasione fiscale? La questura denuncia te.

“Siamo stati trattati, da tanti anni, come criminali invece siamo solo lavoratori che cercano la loro dignità” scandisce al megafono un lavoratore della Gls, davanti alla prefettura. Si parla di condizioni di lavoro, di razzismo istituzionale e del nuovo decreto Salvini  che sembra fatto apposta per colpire chirurgicamente anche le lotte dei lavoratori. In particolare si parla della norma che sanziona penalmente il blocco stradale – con pene che possono arrivare fino a 6 anni di reclusione – un provvedimento chiaramente anti-sciopero che tenta di minare alla radice l’unico strumento davvero in mano ai lavoratori.

Ore 10 di questa mattina: "Appena iniziato il presidio davanti alla prefettura di Modena dei lavoratori organizzati nel SiCobas contro repressione e razzismo istituzionale."DENUNCI SFRUTTAMENTO ED EVASIONE? LA QUESTURA DENUNCIA TEA Modena nei primi sei mesi dell'anno abbiamo contato 112 denunce contro lavoratori e sindacalisti del S.I. Cobas. Se il dispiego di mezzi e uomini che la questura di Modena usa per contrastare gli scioperi venisse usato per indagare le frodi all'erario e gli interessi malavitosi che denunciamo, probabilmente lo stesso S.I. Cobas sparirebbe per mancanza di vertenze.Peccato che non sia così: l'intervento dello Stato nella provincia emiliana più infiltrata dalla mafia è teso unicamente a punire chi mette in luce il malaffare. Denunci sfruttamento ed evasione fiscale? La questura denuncia te. Inutile ripetere che montature giudiziarie, arresti e repressione non fermeranno la nostra lotta, nemmeno con il decreto “sicurezza e immigrazione” che punisce col carcere i picchetti davanti alle fabbriche e vuole togliere il permesso di soggiorno a chi sciopera. La dignità e la libertà non si cancellano per decreto! Per questo motivo mercoledì 10 ottobre manifestiamo sotto ogni Prefettura d'Italia: per la libertà sindacale, per l'unità tra lavoratori di ogni nazione, per un futuro meticcio ed egualitario. Per un futuro senza Minniti né Salvini. 26 ottobre Sciopero generale contro razzismo, sfruttamento e repressione27 ottobre Manifestazione antirazzista a Roma"

Pubblicato da Senza Quartiere su Mercoledì 10 ottobre 2018

Il presidio denuncia in pratica il tentativo di “garantire”, nemmeno troppo velatamente, quell’illegalità diffusa nel tessuto produttivo della nostra provincia e di garantirla attaccando direttamente le lotte dei lavoratori, le uniche in grado di smascherare finora mafie, sfruttamento, malaffare e somministrazione illecita di manodopera. La domanda che ci si poneva questa mattina davanti alla prefettura dunque era abbastanza elementare: chi sono i criminali? I mafiosi e gli sfruttatori o i lavoratori autorganizzati?

In concomitanza al presidio inoltre si fermavano anche gli operai di Emilceramica, per esigere l’allontanamento di un caporale razzista.

I prossimi appuntamenti, fanno sapere dal sindacato Sicobas, saranno quelli del 26 ottobre con lo sciopero generale contro razzismo, sfruttamento e repressione e la manifestazione antirazzista a Roma il giorno seguente, il 27 ottobre.

10 Ottobre 2018

About Author

admin


ONE COMMENT ON THIS POST To “Modena, denunci sfruttamento ed evasione? La questura denuncia te. SiCobas in presidio sotto la prefettura.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *