8 dicembre, Giornata del Suolo. #mobastacemento a presidio del campo di Vaciglio.
Voci dalla città

8 dicembre, Giornata del Suolo. #mobastacemento a presidio del campo di Vaciglio.

La giornata era stata lanciata come Giornata a difesa del Suolo (istituita a livello globale il 5 dicembre), un’occasione per ribadire ancora una volta un secco No al progetto urbanistico  previsto sul campo di Vaciglio e per sensibilizzare maggiormente la città a tematiche quali il consumo di suolo, la salute, il trasporto pubblico, il diritto alla casa e all’urbanistica.

Tante realtà associative avevano aderito alla chiamata del comitato #mobastacemento: Italia Nostra, Legambiente, Amici della Bicicletta Fiab, il comitato No bretella Campogalliano- Sassuolo, Medici per l’Ambiente – ISDE Modena, Stella Nera e il mercatino di Alimentazione Ribelle presente all’iniziativa coi suoi gustosissimi banchetti.

IMG-20181209-WA0003La giornata a difesa del suolo inizia con una sorpresa. Un gesto simbolico ma fortemente significativo, come annunciato dal comitato, l’intitolazione cittadina, con tanto di targa, del campo di Vaciglio a Carlo Sabattini, ambientalista e politico che, a metà anni ’80, venne rinchiuso nel manicomio psichiatrico giudiziario di Castiglione dello Stiviere prima di essere eletto in consiglio comunale in una lista verde. All’intitolazione erano presenti sia i famigliari di Sabattini sia Nunzia Manicardi, autrice del libro “Il caso Sabattini” intervenuti subito dopo una prima presentazione della giornata da parte del comitato.

La seconda sorpresa arriva negli istanti immediatamente successivi al ricordo di Sabattini. Alla Giornata a difesa del Suolo si presentano infatti i lavoratori e le lavoratrici dell’Italpizza, in presidio da qualche giorno davanti all’azienda per protestare contro le condizioni di sfruttamento che si vivono all’interno di quello stabilimento e i licenziamenti politici ad esso legati. Il racconto della situazione a Italpizza non è mediato e viene steso direttamente dai lavoratori coinvolti. La testimonianza diretta fa il suo effetto, anche se la mancanza di un megafono non consente a tutti di ascoltare gli interventi.

Giornata del Suolo

Video-reportage della "Giornata del Suolo" modenese. Iniziativa organizzata dal comitato mobastacemento con la partecipazione di varie associazioni cittadine. #mobastacemento #modena #giornatadelsuolo #salvaguardia #territori #mobilitazione

Pubblicato da Senza Quartiere su Sabato 8 dicembre 2018

A ricordare come i temi del lavoro si intreccino immediatamente anche con le problematiche portate avanti dal comitato #mobastacemento ci pensa Pietro Rivasi, il quale richiama il caso del nuovo stabilimento Gls, sorto in tempi rapidissimi, meno di un anno fa, su un campo verde a ridosso della tangenziale ed allora osteggiato dal comitato. Nuove cementificazioni giustificate dalla sempre dalla necessità dei posti di lavoro ai quali però spesso corrispondono vere e proprie situazioni di sfruttamento. Anche il caso dell’Italpizza è emblematico. Un’azienda che ha appena incassato il via libera dal Comune per il raddoppio della propria fabbrica attraverso il cosiddetto Sblocca Modena e che al suo interno presenta situazioni di sfruttamento al limite della legalità, come raccontano i lavoratori.

Dopo la parentesi sul mondo del lavoro è di nuovo il turno delle tematiche strettamente legate al consumo di suolo col comitato No bretella Campogalliano- Sassuolo e i medici per l’ambiente a prendere parola. Si parla anche dell’inceneritore, di qualità dell’aria, della flora del boschetto a fianco al campo di Vaciglio della cui salute i recenti interventi del Comune sembrano non tenere affatto conto, di trasporto pubblico e di rifiuti.

Tante le tematiche contenute nei cahier de doleance cittadini dunque, molte delle quali totalmente assenti, denunciano gli interventi, dalle visioni e dai temi portati avanti dai partiti che si apprestano a dare inizio alla competizione elettorale in vista delle comunali di questa primavera.

Sembra stranissimo e quasi etereo ma la sensazione è che in quella rotonda, di fianco ai bidoni, col mercatino di Alimentazione Ribelle a ridosso del parco appena rinominato in memoria di Carlo Sabattini, tutti questi discorsi stiano assieme come un legame molecolare impercettibile ma che si sente e che tiene, che ci tiene.

L’ultimo intervento è riservato alla portavoce dei residenti che ricorda, in maniera esemplare, come non si molli di un millimetro e che, anche nel caso arrivassero le ruspe, si troveranno comunque i modi e le maniere adeguate per opporsi al progetto cardine della protesta: la costruzione di 550 nuovi alloggi sul campo verde di Vaciglio.

Infine, l’ultima sorpresa della giornata arriva in serata con uno spettacolo pirotecnico sul prato appena ribattezzato a Carlo Sabattini. #mobastacemento riserva sempre delle sorprese.

IMG-20181209-WA0005

La sensazione è che non sarà facile. Per loro.

9 Dicembre 2018

About Author

admin


ONE COMMENT ON THIS POST To “8 dicembre, Giornata del Suolo. #mobastacemento a presidio del campo di Vaciglio.”