Crisi del colosso Mr.Job, oltre mille lavoratori a rischio in Emilia e a Pavullo i carabinieri intervengono contro gli operai.
Voci dalla città

Crisi del colosso Mr.Job, oltre mille lavoratori a rischio in Emilia e a Pavullo i carabinieri intervengono contro gli operai.

La crisi del colosso cooperativo di logistica e facchinaggio Mr.Job sta esplodendo in tutta l’Emilia con manifestazioni a singhiozzo da Piacenza a Rimini.

Come riportato in una nota del S.i.Cobas, ieri mattina le forze dell’ordine sono intervenute contro gli operai in sciopero alle ceramica Mirage di Pavullo nel Frignano:

Mr Job, una delle maggiori società cooperative del nostro territorio, nota per le sue buste paghe “allegre” ma comunque considerata solidissima, si è volatilizzata da un giorno all’altro alla vigilia delle feste natalizie.
I suoi responsabili e dirigenti si sono fatti di nebbia, insieme con gli stipendi di novembre, dicembre, tredicesima, TFR e quote sociali di circa 1.200 lavoratori della logistica sparsi tra le ceramiche della nostra provincia e oltre.
Si tratta di un patrimonio enorme sfumato nel nulla, a danno degli operai, che si somma alle fatture inevase verso i fornitori.

Per i lavoratori di una dozzina di ceramiche iscritti al sindacato il futuro è incerto. Alcune aziende hanno già dato disponibilità a pagare le spettanze e a trovare soluzioni per mantenere l’occupazione, mentre per altre “non è un loro problema”, anzi, così pensano di averci guadagnato un paio di mesi di lavoro gratis, come nel caso della Ceramica Mirage di Pavullo, dove è iniziato stamattina lo sciopero.

Le forze dell’ordine, invece che andare a cercare i dirigenti della cooperativa e la refurtiva, sono intervenuti pochi minuti fa contro gli operai.

Avanti S.I. Cobas! Non un passo indietro!

19 Dicembre 2019

About Author

admin