Modena, sciopero a TNT e Marazzi Group.
Voci dalla città

Modena, sciopero a TNT e Marazzi Group.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del S.i.Cobas di Modena che racconta la situazione all’interno del magazzino TNT di Modena e a Emilceramica di Fiorano.

Oggi per il terzo giorno consecutivo il magazzino TNT di Modena è chiuso: i dipendenti sono in sciopero per rivendicare il pagamento anticipato della Cassa Integrazione dovuta fino ad oggi: l’azienda infatti rifiuta di anticipare i soldi, in barba ai decreti ministeriali. Questa situazione coinvolge l’intera filiera nazionale, motivo per cui non solo Modena, ma tutti i maggiori impianti TNT sono in stato di agitazione. Particolarmente grave la situazione alla TNT di Peschiera Borromeo (MI), dove l’azienda ha deciso di licenziare circa 100 operai, nonostante gli accordi sottoscritti col Sindacato e il divieto di licenziamento fino a settembre sancito dai decreti presidenziali.
In maniera analoga si sta comportando il Gruppo Marazzi che, approfittando dell’emergenza sanitaria, ha deciso di lasciare a casa operai che prestano la loro opera da anni (alcuni da oltre una decade) nella sede di Emilceramica a Fiorano, operai che formalmente risultano assunti in appalto. L’azienda non ha nemmeno risposto alla richiesta di chiarimenti e di incontro da parte del Sindacato, e per questo stamattina si è formato un picchetto davanti ai cancelli, grazie al quale è stato finalmente ottenuto un incontro informale con la proprietà.

Se questa è la Fase2, prepariamoci a una lunga stagione di lotta.

Modena, 7 maggio 2020

7 Maggio 2020

About Author

admin


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *